Home » All'estero » Metossietamina, Mket, Mxe: Cos’è?

Metossietamina, Mket, Mxe: Cos’è?

visione distorta

Droghe sintetiche sempre più pericolose sono in circolazione. Controllando le allerte attive online si nota la più recente: 8 casi d’intossicazione acuta nelle città di Pavia, Venezia, Treviso, Milano e Ravenna. Si tratta della: Metossietamina.

Conosciuta anche con i nomi di Methoxetamine, Mket, Mxe, Mexxy e Roflcoptr (nome di un composto il cui principale componente è la Metossietamina, che veniva venduta online su un sito omonimo), si tratta di una variante della Ketamina, che presenta molte analogie.

Ha l’aspetto di una polvere bianca o biancastra e i suoi effetti sono ancora poco conosciuti. Fin’ora nessun caso di dipendenza è stato scientificamente documentato perciò le uniche indicazioni che abbiamo sui suoi effetti più disparati provengono dalle discussioni dei forum di chi ne fa un uso illecito.

La Metossietamina si può classificare come anestetico dissociativo. Con questo termine si identificano i diversi effetti alquanto spaventosi quale la depersonalizzazione, cioè la sensazione di essere staccati dal proprio corpo e di fluttuare in maniera incontrollata e la derealizzazione, ossia un distaccamento dalla realtà, spesso accompagnato da allucinazioni.

Il creatore di questa sostanza è un chimico che si fa chiamare “M.” e pare l’abbia disegnata nel 2008 per destinarla al “mercato grigio” che sta a metà tra il mercato lecito e quello illecito.

M. dichiara in una sua intervista sulla webzine “Vice” di fare spesso uso di Ketamina ed è proprio dallo studio di questa sostanza che è nata la Metossietamina.

Secondo chi già ne ha fatto uso pare che gli effetti di quest’ultima siano più forti e perciò più pericolosi rispetto alla Ketamina, oltre ad avere una maggiore durata.

Alcuni sintomi riportati per entrambe le droghe sono: tachicardia, ipertensione, confusione, agitazione, atassia (mancanza di coordinazione dei movimenti volontari) e midriasi (dilatazione della pupilla). Inoltre si può aggiungere uno stato di catatonia, il movimento involontario degli occhi e alcuni problemi al cuore.

Pare che induca anche ad un compulsivo aumento delle dosi, senza che chi la usa se ne renda conto, portando in brevissimo tempo la persona a dosi elevate con altissimo rischio di overdose.

Gli effetti cercati da chi ne fa uso sono quelli ricorrenti per molte droghe: euforia, aumento dell’empatia, intensificazione delle esperienze sensoriali e allucinazioni visive.

Diverse persone sono finite in ospedale a causa di questa sostanza in Inghiliterra, USA e Italia.

In molti paesi la metossietamina non è ancora stata classificata come droga illegale. In Inghiltera però, dall’aprile 2012 la sostanza è stata bandita per un anno in attesa di ulteriori decisioni.

Siamo di fronte ad un’altra sostanza sintetica pericolosa di cui assolutamente non si dovrebbe far uso!!!

Non esitare a contattarci al numero 02-36589162 se sospetti che uno dei tuoi cari faccia uso di questa o di altre sostanze o se tu stesso ne sei dipendente e hai bisogno di aiuto!

 

Fonti:

http://www.stammibene.info/index.php?option=com_content&task=view&id=248&Itemid=66

http://www.medicinadurgenza.org/content/allerta-grado-3-casi-intossicazione-acuta-metossietamina

http://www.allertadroga.it/sapd/Login/Login.aspx

http://www.vice.com/it/read/intervista-a-un-chimico-che-fa-la-ketamina-v7-n2

http://www.edgecrew.co.uk/index.aspx?articleid=26254

<script>
(function(i,s,o,g,r,a,m){i[‘GoogleAnalyticsObject’]=r;i[r]=i[r]||function(){
(i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o),
m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m)
})(window,document,’script’,’https://www.google-analytics.com/analytics.js’,’ga’);

ga(‘create’, ‘UA-33930973-1’, ‘auto’);
ga(‘send’, ‘pageview’);

</script>

Leave a Comment