Home » In Italia » Previsione dei consumi nel 2015

Previsione dei consumi nel 2015

tossicodipendenza

L’Osservatorio Regionale sulle Dipendenze della Lombardia ci suggerisce di fare attenzione alle tendenze dei consumi di droghe nei prossimi tre anni. Grazie ad uno studio effettuato per mezzo di un laboratorio che ha avuto luogo il 31 marzo e il 1 aprile 2012 è stato redatto il “Bollettino Previsionale 2012” strutturato in modo da fare una previsione per i successivi 3 anni, che si estende quindi fino all’anno 2015. Tale previsione riguarda l’utilizzo di cocaina, eroina, cannabinoidi, droghe sintetiche e alcolici.

Quello che ne risulta è che la tendenza in Italia sarà quella di darsi allo “sballo” legale che include alcol, farmaci e gioco d’azzardo.

La crisi economica, secondo questo rapporto, impatta su tutti i tipi di mercati e tra questi è incluso quello della droga, perciò i consumatori si butteranno più probabilmente su un consumo “facile” e “rilassato” come quello delle designer drugs, composte sempre da nuove molecole e perciò non ancora classificate come illegali, la ketamina, i farmaci, l’alcol, ecc..

Secondo questo rapporto, il numero di consumatori di cocaina rimarrà stabile, con un potenziale calo nella fascia più giovane che pare preferirà l’eroina, non più iniettata ma fumata, venduta a prezzi bassi (minori di quelli della cocaina) e che crea forte dipendenza. Rimarrà invariato il numero approssimativo di consumatori di cannabinoidi, a causa anche delle iniziative di dissuasione e promozione messe in atto recentemente e infine ci sarà un modesto aumento dell’uso di sostanze sintetiche, soprattutto per quanto riguarda quelle sostanze citate prima (designer drugs e ketamina).

Questa tragica situazione vedrà anche l’apparizione di diversi “spacciatori improvvisati”, persone che cercano di guadagnare attraverso la vendita occasionale di sostanze stupefacenti. Inoltre è necessario aumentare l’allerta per quanto riguarda l’abuso di farmaci. Negli Stati Uniti la questione è già parecchio allarmante e iniziano a vedersi i primi segnali del fenomeno anche in Italia.

L’intera situazione viene attribuita al periodo di crisi economica che grava sul nostro paese, in realtà però ognuno dovrebbe prendersi le proprio responsabilità personali e riuscire in certe situazioni a fare scelte giuste e responsabili. Per fare questo è necessario conoscere la verità sulle droghe, cosa fanno al corpo, cosa fanno alla mente, perché le persone le assumono e perché non riescono a smettere di farlo.

Per informazioni visita la nostra sezione contatti.

<script>
(function(i,s,o,g,r,a,m){i[‘GoogleAnalyticsObject’]=r;i[r]=i[r]||function(){
(i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o),
m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m)
})(window,document,’script’,’https://www.google-analytics.com/analytics.js’,’ga’);

ga(‘create’, ‘UA-33930973-1’, ‘auto’);
ga(‘send’, ‘pageview’);

</script>

 

Leave a Comment