Home » Cocaina

Cocaina

La cocaina è uno stimolante di origine naturale che esiste da lungo tempo. Viene estratta dalle foglie di coca e in origine era stata prodotta come anestetico. E’ una delle droghe più insidiose che si conoscano. Crea una forte dipendenza sia fisica che mentale. Dopo la metanfetamina, la cocaina è la droga che crea la maggior dipendenza psicologica. Tale sostanza stimola alcuni recettori chiave all’interno del cervello, creando così un’euforia alla quale i consumatori svilupperanno velocemente un’assuefazione. Questo effetto, in seguito, sarà ottenibile solo con dosi maggiori e più frequenti.

Oggi la cocaina rappresenta un business mondiale di molti miliardi di euro. Il suo uso è in continuo aumento e coinvolge consumatori di ogni età, occupazione e ceto sociale.

Si presenta sotto forma di polvere bianca. La polvere viene diluita con composti inerti come l’amido di mais, la polvere di talco, lo zucchero, o con altre droghe tipo procaina o anfetamine.

ASSUNZIONE

Il più delle volte la cocaina viene “sniffata” cioè inalata dal naso. La polvere entra nel flusso sanguigno attraverso i tessuti nasali. La sostanza però può essere anche ingerita o addirittura sfregata su mucose come ad esempio le gengive. Per essere assorbita più velocemente talvolta viene iniettata (con un consistente aumento del rischio di overdose). Lo stesso effetto viene ottenuto inalandola (fumo o vapore) riducendo i rischi dell’assunzione endovenosa ma aumentando la velocità nello sviluppare un uso compulsivo.

ORIGINE 

L’origine conosciuta dell’uso di questa sostanza risale al periodo in cui il popolo Inca masticava le foglie di coca sulle catene montuose delle Ande per sopportare gli effetti dell’atmosfera rarefatta d’alta montagna. Gli indigeni del Perù, invece, le masticavano solo durante cerimonie religiose, fino a che gli spagnoli (a seguito dell’invasione)  non iniziarono a fornirgliele nelle miniere per tenerli maggiormente sotto controllo e sfruttarli.

La cocaina fu sintetizzata per la prima volta nel 1859. Lo psicanalista Sigmund Freud, che ne faceva uso, fu la prima persona a promuoverla ampiamente e prescriverla come tonico per curare depressione o impotenza sessuale.

Nel 1886 tale sostanza ottenne maggiore notorietà grazie al suo inserimento all’interno della nuovissima bevanda: la Coca-Cola da cui verrà eliminata soltanto nel 1903 per forza della pressione dell’opinione pubblica.

Nel 1905 grazie alla promozione di diversi personaggi e all’opera di “Hollywood” per mezzo di messaggi promozionali più o meno espliciti, l’assunzione di cocaina era di gran moda e in uso in ogni classe sociale.

I suoi pericoli però vennero gradualmente a galla, grazie anche all’aumento del consumo, finchè venne bandita dapprima dall’opinione pubblica e in seguito ufficialmente nel 1922.

Negli anni ’70 tuttavia tornò in voga, soprattutto tra gli artisti e tra gli uomini d’affari.

EFFETTI 

L’intenso senso di “benessere” che porta questa sostanza è di durata molto breve. Subito dopo appariranno gli effetti elencati di seguito.

Effetti a breve termine 

  • perdita dell’appetito
  • aumento del ritmo cardiaco, della pressione sanguigna, della temperatura del corpo
  • restrizione dei vasi sanguigni periferici
  • aumento del ritmo della respirazione
  • dilatazione delle pupille
  • sonno disturbato
  • nausea
  • iperstimolazione
  • comportamento stravagante, eccentrico e a volte violento
  • allucinazioni, ipereccitabilità, irritabilità
  • allucinazioni tattili che creano l’illusione di cimici che si nascondono sotto la pelle
  • violenta euforia
  • ansia e paranoia
  • depressione
  • ardente desiderio di droga
  • panico e psicosi
  • dosi eccessive (anche se in una volta sola) potrebbero provocare convulsioni, attacchi e morte improvvisa

Effetti a lungo termine

  • danni irreversibili ai vasi sanguigni del cuore e del cervello
  • elevata pressione sanguinea, che porta ad attacchi cardiaci, a colpi apoplettici e alla morte
  • danni al fegato, ai reni e ai polmoni
  • distruzione dei tessuti del naso se viene sniffata
  • insufficienza respiratoria se viene fumata
  • malattie infettive e ascessi se viene iniettata
  • malnutrizione, perdita di peso
  • gravi carie ai denti
  • allucinazioni uditive e tattili
  • disfunzioni sessuali, danni al sistema riproduttivo e sterilità per entrambi i sessi
  • disorientamento, apatia, esaurimento con stato di confusione
  • irritabilità e disturbi di umore
  • aumento dei comportamenti pericolosi
  • delirio o psicosi
  • assuefazione e tossicodipendenza (perfino dopo un solo uso)

SOPRANNOMI COMUNI

Ball, Bamba, Bernice, Nose Candy, Blow, Paradise, C, Sneeze, Sniff, Charli, Coka, Snow, Neve, Toot, Bianca, White, Svelta, Zia Nora