Home » Educare » Sintomi dell’uso di droghe

Sintomi dell’uso di droghe

Quando una persona comincia a fare uso di droga, solitamente mantiene un comportamento che non dà adito a preoccupazioni nelle persone che gli sono vicine e che gli vogliono bene.
Durante le prime settimane, lui è convinto che sia solo un’esperienza e che smetterà subito. Man mano che la dipendenza comincia a far parte della sua vita, la persona inizia ad avere sbalzi di umore e/o di comunicazione molto ben individuabili, in quanto non dà più importanza alla sua immagine, comincia ad avere lo sguardo perso, qualsiasi cosa succede o gli venga chiesta non è importante per lui e comincia a tenere un atteggiamento di antagonismo nei confronti delle persone a lui care.
Deve difendersi, per non farsi scoprire.
La persona che comincia a fare uso di droghe, sa che è sbagliato quello che sta facendo e non vuole che si venga a sapere. Per mantenere questo segreto, comincia a chiudersi sempre più in se stesso.
Comincia quindi ad abbandonare gli amici di sempre, prova sempre meno interesse nelle cose che ha sempre fatto e piano piano, sarà sempre meno presente nell’ambito familiare: le scuse possono essere tantissime “sono stanco”, “dite sempre le solite cose che non mi interessano”, “sto attraversando un periodo in cui ho bisogno di stare solo”, “ho litigato con la ragazza”. Se la persona frequenta la scuola, la sua applicazione verso lo studio diminuisce, comincia a marinare le lezioni, il profitto diventa scarso.
I sintomi fisici di chi fa uso di droghe si manifestano in parecchi modi. Nella persona che fa uso di hashish o marijuana, gli occhi sono arrossati e lucidi, ha sempre un sorriso “ebete” sulle labbra, è assente nei discorsi. Prova un immenso piacere per i dolci mentre l’appetito è scarso. Sarà molto isolato, immerso nei suoi “viaggi”. Una persona che fa uso di eroina, metadone, morfina, ha le pupille “a spillo”, con gli occhi molto lucidi. Una caratteristica di queste droghe è che la persona si gratta continuamente in varie parti del corpo. Tende ad addormentarsi ogniqualvolta si trova a leggere, a guardare la televisione o semplicemente quando non sta facendo niente. Perde l’appetito e beve molti liquidi. Un altro sintomo, specialmente all’inizio della dipendenza di questa droga, è il vomito.
Chi fa uso di eroina e morfina dimagrisce a vista d’occhio. Questo è dovuto principalmente alla droga che sta assumendo per la mancanza di appetito che provoca. La persona che usa metadone, in molti casi tenderà a gonfiarsi: questa è una caratteristica della droga chimica. Una persona che fa uso di cocaina o di amfetamina ha sbalzi di umore molto veloci. Può passare da uno stato di iperattività e di euforia ad uno stato di abulia, in maniera così veloce da lasciare attonita la persona vicina a lui. I suoi occhi sono molto lucidi, e quasi spiritati. Parla in continuazione e in moltissimi casi ha labbra e lingua molto pallidi. Muove la bocca in continuazione, come se stesse masticando anche se non ha nulla in bocca.
I consumatori di queste droghe, solitamente, smettono di mangiare regolarmente; piluccano solo pochissimi cibi e non dormono la notte, salvo cadere in un sonno profondo dopo alcune notti passate insonni. Solitamente questo succede quando arriva il “down” (nel gergo del tossicodipendente questo è il momento in cui la droga smette il proprio effetto e la persona ha un crollo fisico e psichico dovuto all’effetto che la droga ha provocato su di lei). Le persone che fanno uso di allucinogeni, solitamente fanno il “viaggio” in ambienti dove nessuno li può vedere. Questo perchè solitamente il “viaggio”, porta la persona in una dimensione che non è quella attuale, fatta di colori, suoni e movimenti indotti dalla droga assunta. Una persona in questo stato, difficilmente percepisce quanto avviene attorno per cui non riuscirebbe a fare un discorso sensato con una persona normale. Le persone che fanno uso di queste droghe, tendono comunque a chiudersi molto in se stesse: la loro comunicazione si interrompe, non trovano più niente di interessante in ciò che li circonda, tendono a stare isolate con altre persone che fanno uso dello stesso tipo di droga. Hanno uno sguardo perso nel nulla.

Se hai il sospetto che tuo figlio assuma droghe controlla questi punti: 

• Spesso non va a scuola e in classe non conclude molto

• Nessun interesse per il proprio aspetto

• Cambiamenti fisici (ad esempio: naso che cola, occhi rossi, tosse, asma, graffi, segni di punture)

• Ritirato senza motivi apparenti dai familiari, dagli amici e dagli interessi consueti

• Isolamento, depressione, spossatezza

• Ostilità e mancanza di cooperazione

• Chiede soldi in prestito più spesso

• Possiede più soldi di quanti non dovrebbe

• Cambio della compagnia di amici

• Mancanza d’interesse per hobby o sport che erano importanti

• Cambiamento nei ritmi del sonno e nelle abitudini alimentari

• Pezzi di droga (pastiglie, polvere, eccetera) o attrezzatura tipica (pipe, cartine, collirio, siringhe)

• Uso d’incenso in bacchette o di deodorante per ambienti

• Alito che puzza di alcol o improvviso e frequente uso di mentine per l’alito

• Liquori di casa allungati con acqua

• Segretezza ed impenetrabilità assoluta riguardo alle proprie azioni ed ai propri spazi

Non bisogna saltare a conclusioni affrettate poichè potrebbero esserci altre ragioni per alcuni dei sintomi
appena elencati. È necessario usare giudizio. Se sospetti che tuo figlio usi droga, chiediglielo. Sia che si tratti di droga o meno, comunque, nessuno dei sintomi qui elencati è un buon segno e dovresti scoprire quale è il problema per poter aiutare tuo figlio
a risolverlo. Se non sei sicuro dell’onestà di tuo figlio sul soggetto, dovresti raccogliere più informazioni ed investigare per scoprire tutta la verità, senza mollare la presa finchè non c’è una qualche certezza. È importante e potrebbe fare la differenza tra una
dipendenza ed una vita libera da droghe e alcol.

Contattaci subito!!! 02-36589162