Home » Hashish e Marijuana

Hashish e Marijuana

Marijuana è il termine usato per indicare una sostanza ricavata dall’essiccazione di fiori, semi e foglie della canapa indiana. Si presenta di colore verde, marrone o grigio.

L’ hashish è una forma correlata della stessa droga ma è prodotto a partire dalla resina della canapa indiana. Si presenta di colore castano, marrone o nero in forma di barre, bastoncini o palline. E’ considerato circa 6 volte più forte della marijuana.

“Cannabis” è un termine che indica qualsiasi droga derivante dalla canapa indiana, quindi anche le due appena citate.

Si tratta di sostanze che alterano il modo in cui la mente percepisce il mondo circostante.

La marijuana è considerata la droga illegale di uso più comune al mondo. La sua pianta è coltivata da più di 2.000 anni.

A causa della progressiva assuefazione, la marijuana può portare una persona all’uso di droghe più pesanti per il solo fatto di riuscire a provare gli stessi effetti. La marijuana in sè infatti non porta all’uso di altre droghe; queste vengono assunte per liberarsi da situazioni o sensazioni non desiderate. La droga soffoca momentaneamente questi problemi, ma non appena lo “sballo” finisce, i problemi indesiderati tornano più intensi di prima. Naturalmente non tutti quelli che ne fanno uso passano poi a droghe pesanti, anche se le percentuali sono abbastanza alte.

ASSUNZIONE

Solitamente questa sostanza viene fumata come una sigaretta (spinello), a volte con una pipa. Alcuni consumatori tagliano il sigaro per sostituire il tabacco con marijuana creando così un Blunt. A volte il tutto viene mischiato con droghe più pesanti (crack, cocaina, PCP) aumentandone notevolmente la pericolosità. Raramente questa sostanza viene assunta attraverso cibi o preparata come tè.

EFFETTI

Quando viene fumata gli effetti della marijuana si sentono nel giro di pochi minuti. Il picco viene raggiunto nella prima mezz’ora accompagnato da un aumento del battito cardiaco, dalla diminuzione della coordinazione e dell’equilibrio e da uno stato mentale irreale “da sogno”. Tutti questi effetti svaniscono nell’arco di 2 o 3 ore a seconda della quantità assunta.

Il responsabile dell’effetto di una realtà distorta è il delta 9 tetraidocannabinolo o THC, un composto chimico contenuto dalla cannabis. La quantità di tale composto contenuta in ogni dose varia a seconda di diversi fattori. Negli anni la percentuale contenuta nella composizione è comunque aumentata grazie a diverse tecniche agricole sviluppate nel frattempo. Oltre a questa sostanza, la marijuana contiene più di 400 sostanze tossiche differenti e questo fattore la rende più pericolosa del tabacco. Alcuni studi hanno dimostrato che una canna equivale a 5 sigarette per prodotti chimici cancerogeni contenuti (50-70% di idrocarburi in più). Essendo poi che il consumatore solitamente aspira il fumo e lo trattiene più a lungo di quello di una sigaretta, l’impatto sui polmoni risulta molto forte. Il THC inoltre si deposita nei tessuti adiposi e negli organi (cervello, ghiandole sessuali, milza, fegato, polmoni) rimanendoci per mesi o addirittura anni, facendo sì che la persona subisca le conseguenze dell’assunzione anche quando non ne fa uso. Il sistema immunitario viene danneggiato e le cellule nervose del cervello distrutte, influenzando così la capacità di ricordare.

La marijuana inoltre modifica la struttura delle cellule spermatiche, deformandole e dando sterilità temporanea anche con piccole quantità. Nelle donne essa altera il ciclo mestruale e se assunta in gravidanza può causare un parto prematuro e il bambino può nascere sottosviluppato e sottopeso. Inoltre la suddivisione anormale delle cellule può causare gravi difetti ereditari.

Effetti a breve termine

  • distorsione sensoriale
  • panico
  • ansia
  • scarsa coordinazione dei movimenti
  • peggioramento del tempo di reazione
  • dopo una piacevole sensazione iniziale, il consumatore prova sonnolenza o depressione
  • aumento del battito cardiaco (e rischi di attacco cardiaco)
Effetti a lungo termine
  • riduzione della resistenza alle comuni malattie (influenza, bronchite, ecc)
  • indebolimento progressivo del sistema immunitario
  • disturbi della crescita
  • aumento delle cellule a struttura anomala
  • diminuzione degli ormoni sessuali maschili
  • rapida distruzione dei tessuti polmonari e lesioni al cervello, in alcuni casi permanenti
  • calo della capacità sessuale
  • difficoltà nello studio, riduzione della capacità di apprendere e di ricordare informazioni
  • apatia, sonnolenza, mancanza di motivazioni
  • cambiamenti di umore e di personalità
  • incapacità di comprendere le cose chiaramente

SOPRANNOMI COMUNI 

Cannoni, Sigaretta farcita, Spliff, Spinello, Joint, Porro, Trombone, Carciofo, Bomba, Baffo, Pongo, Struffolo, Tuono, Petardo, Erba, J, Mary Jane, Gangia, Reefer, Texano, Hash e Cioccolato per l’hashish.

Contattaci subito!!! 02-36589162