Home » Metanfetamina, Crystal Meth/Shaboo

Metanfetamina, Crystal Meth/Shaboo

La metanfetamina è un composto chimico di sintesi. E’ una droga completamente artificiale ed è una sostanza pericolosa e potente.
Viene fabbricata in laboratori illegali. Essendo abbastanza facile da produrre, è una droga facilmente accessibile economicamente. Viene utilizzata da persone di tutte le età solitamente come “droga da club”. Può essere sniffata, fumata, iniettata con un ago, o addirittura assunta oralmente. La metanfetamina provoca assuefazione sin dal primo utilizzo. All’inizio ha un effetto eccitante, ma subito dopo inizia un processo sistematico di distruzione dell’organismo. E’ una delle dipendenze più dure da trattare e purtroppo molti muoiono.

ASPETTO

La metanfetamina  si presenta come una polvere bianca, cristallina, inodore e dal gusto amaro. Si scioglie in acqua o in alcol e si può trovare anche in colori tendenti al marrone, giallo-grigio, arancio e rosa. Quando viene compressa, sembra una pillola.

La Crystal Meth invece (abbreviazione di metanfetamina in cristalli) si presenta come grossi pezzi di cristallo chiari (chiamati bombe) che assomigliano al ghiaccio. Più comunemente viene fumata.

PRODUZIONE

Come precedentemente accennato questa sostanza viene prodotta in laboratori illegali, spesso costruiti in casa dagli stessi utilizzatori. Vengono usate pillole comuni (come i farmaci per il raffreddore) come base. Per aumentare la potenza i “cuochi” di metanfetamina estraggono il principio attivo, la Pseudoefedrina e la combinano con ingredienti pericolosi o mortali come l’acido per le batterie, sostanze usate per sturare i tombini o combustibili per lampade antigelo. Questi laboratori diventano essi stessi un pericolo mortale. Spesso infatti i “cuochi” essendo sotto effetto di sostanze non sono lucidi e si bruciano, si sfigurano o restano uccisi. Alcune sostanze usate sono potenzialmente esplosive, creando così un pericolo anche per le case e gli edifici vicini. Inoltre la lavorazione di queste sostanze crea scorie tossiche e le persone esposte a tali scorie possono avvelenarsi e ammalarsi.

EFFETTI

La metanfetamina crea un falso senso di benessere ed energia per i quali la persona tenderà ad oltrepassare i propri limiti. Una volta terminato l’effetto può sperimentare un grave crollo fisico e mentale. Diminuisce l’appetito e la fame, causando una sensibile perdita di peso. Si presentano disturbi del sonno, iperattività, nausea, manie di potere, aumento di aggressività e irritabilità oltre a confusione, allucinazioni, ansia, paranoia, convulsioni, fino ad arrivare alla morte.

Effetti a breve termine 

  • perdita di appetito
  • aumento del ritmo cardiaco, della pressione del sangue e della temperatura corporea
  • dilatazione delle pupille
  • disturbi del sonno
  • nausea
  • comportamento stravagante, eccentrico e qualche volta violento
  • allucinazioni, ipereccitabilità, irritabilità
  • panico e psicosi
  • dosi eccessive possono condurre a convulsioni, crisi e morte
Effetti a lungo termine
  • danni irreversibili ai vasi sanguigni del cuore e del cervello, pressione alta, attacchi cardiaci, ictus e morte
  • danni al fegato, reni e polmoni
  • deterioramento della memoria ed una crescente incapacità di comprendere idee astratte
  • vuoti di memoria e gravi sbalzi d’umore
  • distruzione di tessuti nel naso, se viene “sniffata”
  • problemi respiratori, se viene fumata
  • malattie infettive ed ascessi, se viene iniettata
  • malnutrizione, perdita di peso
  • grave carie dentaria
  • disorientamento, apatia, esaurimento
  • forte dipendenza psicologica
  • psicosi
  • depressione
  • danno cerebrale simile al morbo di Alzheimer, ictus, epilessia

TRE CATEGORIE DI ABUSO 

Abuso a bassa intensità:  chi la utilizza inghiotte o sniffa la sostanza. Cercano la stimolazione supplementare per finire un compito o un lavoro oppure vogliono perdere l’appetito per dimagrire. Sono ad un passo dall’uso incontrollato.

Abuso “binge” (incontrollato): la sostanza viene fumata o iniettata. Iniettandola si ottiene una dose più intensa che crea un “rush” che dà  a sua volta il via a una forte dipendenza psicologica.

Abuso ad alta intensità: vengono chiamati “speed freaks” e hanno un’esistenza concentrata a prevenire il proprio crollo. Per continuare ad avere il “rush” bisogna assumere una dose sempre maggiore. In questo modo entrano in una oscura e mortale spirale di dipendenza.

GLI STADI 

Rush: Risposta iniziale quando la metanfetamina viene fumata o iniettata. Il battito cardiaco diventa molto rapido, il metabolismo, la pressione del sangue e il polso salgono vertiginosamente e il tutto può durare fino a 30 minuti.

High: Fase “alta” spesso chiamata “la spalla”. In questa fase può capitare che l’utilizzatore si senta più intelligente e diventa polemico, interrompendo di continuo le altre persone e finendo le loro frasi. Può diventare ossessivo nei confronti di un particolare banale o irrilevante e intestardirsi su di esso. Questa fase può durare dalle 4 alle 16 ore.

Binge: Questo termine indica un qualsiasi uso incontrollato di una droga o di un alcolico. E’ provocata dalla spinta del tossicodipendente di rimanere nella fase “high” fumando e iniettandosi più metanfetamina. Il tossico diventa mentalmente e fisicamente iperattivo. Può durare dai 3 ai 15 giorni.

Tweaking: “fase dei pizzicotti”. Condizione raggiunta alla fine di un “binge”, quando la metanfetamina non offre più un “rush” o un “high”. Questa fase può essere caratterizzata da un prurito intenso e da allucinazioni tattili (il tossicodipendente può essere convinto che ci siano cimici che strisciano sotto la sua pelle). Incapace di dormire per giorni, la persona si trova a questo punto in uno stato totalmente psicotico. Sconnessa dalla realtà, vive nel suo mondo e può essere ostile e pericolosa per sè e per gli altri.

Crollo: In questa fase il corpo si arresta. Giunge un lungo periodo di sonno in cui anche il tossicodipendente più pericoloso e violento diviene quasi esanime e non è più una minaccia per nessuno. Può durare da 1 a 3 giorni.

Postumi: A seguito del crollo il tossicodipendente torna in uno stato di deperimento: è affamato, disidratato, del tutto esausto fisicamente, mentalmente ed emotivamente. Di norma tale fase dura tra i 2 e i 14 giorni.

Astinenza: Spesso possono trascorrere dai 30 ai 90 giorni dall’ultima assunzione prima che il tossicodipendente comprenda di essere in astinenza. Inizialmente diventa depresso, perde la sua energia e l’abilità di sperimentare piacere. In seguito prova un forte desiderio di anfetamina e diventa suicida. L’astinenza è molto dolorosa e difficile.

STORIA

L’anfetamina venne sintetizzata la prima volta nel 1887 in Germania. La metanfetamina invece (più potente e più facile da produrre) fu prodotto per la prima volta nel 1919 in Giappone.

La metanfetamina venne usata ampiamente durante la seconda Guerra Mondiale per tenere sveglie le truppe. Alte dosi vennero date ai kamikaze giapponesi prima delle missioni suicide. Dopo la guerra le scorte tenute per questo scopo divennero disponibili al pubblico e l’abuso si diffuse.

Negli anni ’50 la metanfetamina venne prescritta come aiuto per la dieta e per la lotta contro la depressione. Inoltre fu usata come stimolante non medico dagli studenti universitari, dai camionisti e dagli atleti.

Negli anni ’60 si verificò un aumento della metanfetamina iniettabile e questo ne aumentò l’abuso.

Nel 1970 il governo americano la criminalizzò per la maggior parte degli usi. Il suo commercio era in mano alle bande di motociclisti.

Negli anni ’90 organizzazioni di trafficanti di droga messicane costruirono grandi laboratori in California e sono sorti anche laboratori privati più piccoli nelle cucine ed appartamenti. Da qui si è diffusa in tutti gli USA e in Europa attraverso la Repubblica Ceca.

SOPRANNOMI COMUNI

Meth: Beannies, Brown, Chalk, Crank, Chicken feed, Cinnamon, Crink, Crypto, Fast, Getgo, Meth, Methlies quick, Mexican crack, Pervitin (nella Repubblica Ceca), Redneck cocaine, Speed, Tick tick, Tweak, Wash, Yaba (sud-est asiatico), Polvere gialla

Crystal Meth: Batu, Blade, Cristy, Crystal, Crystal Glass, Vetro, Hot ice, Ghiaccio, Quarzo, Shabu/Shaboo, Shards, Stove top, Tina, Ventana

 

SHABOO (IN ITALIA)

La Crystal Meth appare in Italia nella forma chiamata Shaboo. Questa sostanza proviene dalle Filippine ed è tecnicamente cloridrato di metanfetamina. È un forte stimolante che da un effetto maggiore rispetto alla cocaina e anche rispetto alla metanfetamina sopra descritta. Si presenta con l’aspetto di piccoli cristalli, simile al sale grosso e solitamente viene fumata. Una sola assunzione basta per creare la dipendenza e coinvolgere la persona in una spirale mortale. I suoi effetti durano da 8 a 24 ore. Le persone che ne fanno uso si rovinano la vita in breve tempo, perdendone subito il controllo.

Contattaci subito!!! 02-36589162