Home » All'estero » Oppiacei + benzodiazepine? Non è una grande idea!

Oppiacei + benzodiazepine? Non è una grande idea!

Farmaci

Un recente sondaggio nei centri di riabilitazione Narconon americani rivela quanti dipendenti da oppiacei stiano abusando solamente di farmaci oppiacei e quanti aumentino il proprio rischio di morte aggiungendo al mix benzodiazepine come lo Xanax.
Un nuovo sondaggio fatto su persone che recentemente hanno incominciato la propria riabilitazione in un grande centro del network Narconon ha rivelato che la maggior parte delle persone che hanno iniziato la riabilitazione sono parte di un’attuale epidemia di abuso di farmaci.
La cosa ancora più spaventosa è che otto su dieci di queste persone stavano abusando di una combinazione potenzialmente mortale di oppiacei con un tipo di farmaco ansiolitico chiamato benzodiazepina.

Punti Focali Del Sondaggio:

Su 70 ingressi al centro, selezionati casualmente tra i più recenti, il 71% stava abusando farmaci da prescrizione sia oppiacei (con o senza eroina) sia benzodiazepine, unitamente.

Solamente ottanta persone stavano abusando di oppiacei senza uso di benzodiazepine.

Solo venti persone non includevano oppiacei nel mix di droghe di cui abusavano.
L’aggiunta di farmaci come Xanax, Librium, Valium o Ativan ad un “high” da oppiacei pare renda la fase di “high” più pronunciata. Ma l’Istituto Nazionale di Salute riporta che l’astinenza da entrambe le droghe rende l’esperienza più dura rispetto a chi prova l’astinenza di una sola delle due sostanze.
Ancora più importante è il fatto che la combinazione di oppiacei e benzodiazepine crea un serio pericolo di crisi respiratorio nella persona dipendente. Ciascuna delle due droghe sopprime il naturale riflesso del corpo a respirare e l’unione delle due sostanze aggrava l’effetto complessivo. Se poi si aggiunge l’alcol, il rischio è ancora maggiore.
“Quando si inizia a scivolare giù per il pendio della dipendenza, il giudizio è una delle prime cose ad essere compromesso,” spiega Clark Carr, il presidente di Narconon International. “Quando inizia ad essere guidato dal suo desiderio di droga, smetterà di pensare al pericolo per la sua salute o per la sua sopravvivenza. Correrà rischi che nessuna persona sobria correrebbe e per quasi 15.000 americani ogni anno, ciò risulta nella morte.”
Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (Centri di Prevenzione e Controllo delle malattie, “CDC”) nel 2010, più di 12 milioni di americani abusavano di un farmaco da prescrizione: ne assumevano una dose maggiore rispetto a quella prescritta, lo assumevano in modo diverso da quello previsto, prendevano droghe prescritte per qualcun altro o comprate in modo illecito e quindi abusate. Il CDC ha dichiarato che quasi 15.000 persone sono morte nel 2010 per l’ abuso di antidolorifici.
Come rilevato dal Drug Awareness Warning Network (Rete di Allerta sulla Consapevolezza delle Droghe), le visite in pronto soccorso per problemi con abuso di droghe coinvolgono spesso più tipi di droghe.

“Il nostro sondaggio mostra la necessità vitale di programmi efficaci che aiutino le persone a guarire dalla dipendenza agli oppiacei e benzodiazepine prima che si arrivi all’overdose,” ha dichiarato il Signor Carr.

“Nei centri di riabilitazione Narconon intorno al mondo, abbiamo aiutato con successo i dipendenti da oppiacei e benzodiazepine a lasciarsi queste droghe alle spalle ma l’educazione dei giovani dovrebbe essere incrementata per evitare che altre persone intraprendano questo buio cammino.”

Il Signor Carr consiglia le attività di prevenzione droga per i ragazzini di ogni età. “È il miglior modo per frenare questa epidemia poiché questi giovani diventeranno adulti.”

Fonti:
http://news.narconon.org/articles/
http://www.homehealth-uk.com/medical/professional_drugtests_benzodiazepines.htm
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12762549
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15380286
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14665804
http://www.samhsa.gov/data/2k12/DAWN096/SR096EDHighlights2010.htm

Leave a Comment